Tag

, ,

“Senza di me eravate nella’mmmerda”.
Con il petto in fuori, le sillabe ben scandite e quelle tre “emme”, a rafforzarne il concetto.
In perfetto stile Aurelio De Laurentiis.

Che, sia chiaro, non inventa niente di nuovo.
Perché così hanno sempre trattato i Napoletani. Da “mmmerde”. E anche per questo i Napoletani hanno saputo elaborare una loro originale “way of life” che ne fa il popolo più incredibile (e meraviglioso) del mondo.

Non inventa niente, De Laurentiis: prima di lui, a togliere dalla “mmmerda” i Napoletani ci hanno pensato Bizantini e Normanni, Angioini e Aragonesi. I Borboni, i Piemontesi, più le varie mafie, contromafie e camorre. Sempre con gli stessi risultati: più“mmmerda” c’è, più è facile lucrarci sopra…E questo giochino (fatti dovuti distinguo) è buono anche per De Laurentiis, che dal Calcio Napoli guadagna meglio che dai film. Specialmente adesso che i centravanti rendono più dei cinepanettoni.

Higuain (se non si è capito) se ne va con la piena soddisfazione di tutti: della Juventus che l’ha comprato e del Napoli che l’ha volentieri venduto, ricavandoci una cifra mostruosa.
Di Higuain, che raddoppia l’ingaggio, e dei suoi familiari-procuratori che partecipano alla spartizione del bottino. Con la soddisfazione dei suoi nuovi compagni di squadra, ma anche di quelli vecchi, che del talento di Higuain finivano per avere soggezione (bastava guardare i cicchetti in diretta tv a Ghoulam o a Insigne quando gli sbagliavano il cross).

Il resto è teatro puro.
Compreso lo stupore di una stampa che alla vigilia della riunione di Lega ha pure il becco di titolare in prima pagina: “Oggi Marotta chiederà Higuain al Napoli”… Come se un affare da complessivi 400 miliardi (delle vecchie lire) fosse l’acquisto di una capra al mercato del giovedi.
Teatro.
E nemmeno di quello vertiginoso: alla Eduardo, per intendersi, che di Napoli aveva capito tutto.
Piuttosto, una sceneggiata alla Pulcinella. Dove De Laurentiis gonfia il petto, finge indignazione, grida al tradimento, addita al pubblico ludibrio: a uso e consumo di quella “mmmerda” di popolo, che essendo “mmmerda” non potrà far altro che bruciare magliette o addirittura infilarle nella tazza del bagno.
E che “mmmerda” rimarrà anche quando De Laurentiis toglierà il disturbo; e si capirà che tutto questo sentimento è stato funzionale ad una sola cosa: a riempirne il portafoglio.
E a riempirglielo sarà stata la gente.
Quella che lui, e non altri, ha “tolto dalla mmmerda”.

Annunci