Home

Benvenuto nel tuo nuovo sito.

Benvenuto nel tuo nuovo sito! Puoi modificare questa pagina facendo clic sul link Modifica. Per ulteriori informazioni sulla personalizzazione del sito consulta http://learn.wordpress.com/

Articoli recenti

E poi c’era Renato Zaccarelli, detto Zac. Con il baffo, e il portamento, da Lord Inglese a rappresentare l’animo aristocratico di una squadra che più da corsa non si poteva…

Zac portava i baffi. Ma li portavano quasi tutti, allora… Anche Causio e Vito Chimenti. E quelli del Perugia: che quando si misero in posa per l’album delle figurine, al vecchio Santagiuliana, il fotografo Panini quasi si rotola in terra dalle risate: “La banda dei Messicani è arrivata. Ora aspettiamo i cowboy e Giuliano Gemma”.E […]

Ma era un calcio più ricco, quello dei Bersellini. Forse, persino più divertente. E, umanamente parlando, batteva sei zero, sei uno quello di adesso, che non odora più di formaggio e di quaderni a quadretti. Semmai, di poliuretano, o di fibra al carbonio. Che, infatti, non hanno odore.

Fu Arrigo Sacchi ad assestargli il primo, decisivo, colpo.A quelli come Bersellini, dico. Poi, arrivarono le lavagne, il computer e i video-analyst. E quella generazione sparì del tutto.Sparirono Bersellini e Nedo Sonetti. Gibì Fabbri, Tom Rosati e Maciste Bolchi… L’ultimo a resistere fu Mazzone, come quei soldati giapponesi nelle isole del Pacifico; ignari di combattere […]

10 gennaio 1981 – L’Uruguay vince il Mundialito della rivoluzione televisiva

L’avevano reclamizzato come una specie di Giudizio di Dio, e un memorabile, apocalittico duello tra le più grandi Nazionali del pianeta: invece fu la classica perdita di tempo. Eppure, con il senno di poi, il cosiddetto “Mundialito” fu qualcosa di importante, se non addirittura epocale. Che non lasciò nulla dal punto di vista tecnico, ma […]

Ottieni i nuovi contenuti, spediti direttamente nella tua casella di posta.